Ubisoft lancerà nuovi NFT per gli avatar di Rabbids

Ubisoft lancerà nuovi NFT per gli avatar di Rabbids


Ubisoft ha iniziato la vendita della sua ultima collezione NFT. 2.066 NFT avatar di Rabbids saranno lanciati in The Sandbox, mentre il gigante francese dei videogiochi si tuffa più a fondo nel Web3.

Ogni NFT avrà un prezzo di 100 SAND, equivalenti a circa $ 78 al momento della scrittura. Gli avatar dei Rabbids sono ispirati al capodanno lunare, poiché il 2023 è l’anno del coniglio.

Gli avatar avranno design diversi, che saranno svelati agli acquirenti venerdì di questa settimana. The Sandbox lancerà quindi un mondo di gioco di Rabbids il 28 febbraio, che offrirà esperienze giocabili limitate.

Gli avatar dei Rabbids sono descritti come una “chiave per l’utilità futura” in The Sandbox, incluso l’accesso a potenziali drop futuri.

The Sandbox aveva precedentemente aggiunto i personaggi dei Rabbids al suo NFT Institute la scorsa estate, oltre a rilasciare NFT e accessori per tutto ciò che riguarda i Rabbids. Tuttavia, questa è la prima volta che gli avatar di Rabbids possono essere acquistati per l’uso nel gioco, quindi vede un importante passo avanti da parte del gigante del gioco.

Ubisoft: un gigante dell’eredità all’avanguardia nell’innovazione Web3

Ubisoft è stato tra i primi grandi editori di videogiochi a prendere atto di Web3 e ha fatto diverse mosse attorno agli NFT.

Nel 2018, il gigante del gioco francese ha sviluppato un prototipo di gioco NFT ispirato a Minecraft chiamato HashCraft, ma alla fine il progetto è stato accantonato.

Ha anche supportato progetti di giochi NFT come Axie Infinity e Nine Chronicles e ha investito nella società di investimenti nel metaverso Animoca Brands e nel produttore di giochi Horizon.

Ubisoft aveva lanciato NFT basati su Tezos per la versione PC di Ghost Recon Breakpoint, che legava le risorse a un videogioco tradizionale esistente che non aveva funzionalità NFT al momento del lancio. Gli NFT “Quartz” hanno consentito agli utenti di raccogliere e scambiare armi e equipaggiamento unici per lo sparatutto a squadre.

I Rabbini

Tuttavia, il lancio si è rivelato controverso tra i suoi giocatori, che erano contrari agli NFT a causa di truffe nello spazio crittografico, prezzi costosi e quello che alcuni giocatori vedevano come un altro modo per Ubisoft di invogliare i giocatori a spendere soldi.

Questo feedback ha posto una fine temporanea a questa esperienza di gioco, ma la società ha affermato che avrebbe utilizzato la piattaforma Quartz per i giochi futuri.

Ubisoft apre la strada

Ubisoft ha aumentato il suo impegno per l’innovazione Web3, nonostante alcuni feedback negativi da parte dei giocatori quando si sono avventurati per la prima volta in questo spazio. La società sta ora portando avanti i piani per offrire prodotti Web3 e NFT più avanzati.

Sebbene non sia chiaro cosa offriranno gli NFT avatar di Rabbids, la prospettiva di NFT in-game è intrigante. Sebbene alcuni dei giocatori di lunga data di Ubisoft possano essere titubanti riguardo al passaggio a Web3 e NFT, poiché temono che possa essere solo uno stratagemma per aumentare la spesa, l’introduzione di utili utilità può avvantaggiare sia i produttori che i giocatori.

Nel complesso, sembra che l’incursione di Ubisoft in Web3 e NFT sia uno sviluppo promettente per l’azienda e l’industria dei giochi nel suo insieme.

Ultime News
Padroneggiare l'integrazione di Salesforce CRM: 11 strategie essenziali per il successo!
Padroneggiare l'integrazione di Salesforce CRM: 11 strategie essenziali per il successo!
Come utilizzare gli NFT nell'istruzione per monitorare e premiare i risultati accademici
Come utilizzare gli NFT nell'istruzione per monitorare e premiare i risultati accademici
Il Metaverse Browser di Somnia: una porta verso la società virtuale
Il Metaverse Browser di Somnia: una porta verso la società virtuale
NFT nella verifica delle credenziali accademiche: migliorare la sicurezza e l'accessibilità
NFT nella verifica delle credenziali accademiche: migliorare la sicurezza e l'accessibilità
Stage virtuali nel Metaverso: sono il futuro per gli studenti universitari?
Stage virtuali nel Metaverso: sono il futuro per gli studenti universitari?