Secondo quanto riferito, la divisione Disney Metaverse è stata demolita

Secondo quanto riferito, la divisione Disney Metaverse è stata demolita


Disney, il colosso mondiale dell’intrattenimento, sta implementando un importante cambiamento nella sua strategia aziendale, secondo quanto riferito, smantellando la sua divisione Disney Metaverse.

Apparentemente, questa azione fa parte di un piano più ampio per tagliare le spese operative di 5,5 miliardi di dollari e ridurre il numero di dipendenti di 7.000 dipendenti in un periodo di due mesi. Secondo il Wall Street Journal (WSJ), circa 50 membri della divisione rimarranno senza nuovi contratti.

La divisione Metaverse della Disney nutriva grandi speranze

Mike White, il capo della divisione Metaverse della Disney, ha fondato l’unità con l’obiettivo di esplorare modi innovativi di narrazione utilizzando la tecnologia. Gli è stato affidato il compito di creare un kit di strumenti tecnologici che i dirigenti creativi della Disney potessero utilizzare per i loro progetti. Si ritiene che White, che è alla Disney da più di dieci anni, non sia stato colpito dai tagli al personale.

La divisione ha anche esplorato l’integrazione della realtà aumentata (AR) e altre tecnologie avanzate per arricchire la narrazione della Disney. Un film in realtà aumentata di otto minuti è stato recentemente presentato in anteprima su Disney+ come primo esempio di questo sforzo. Dando la priorità all’innovazione e alle nuove tecniche di narrazione, la Disney sperava di rimanere rilevante nel panorama dei media in continua evoluzione.

IRL Disney Credit Leoprspctive

La decisione della Disney

La decisione della Disney di smantellare la divisione Metaverse potrebbe essere il risultato di diversi fattori. La società si è consultata con McKinsey & Company per identificare opportunità di riduzione dei costi, che avrebbero potuto contribuire alla decisione di ridurre le spese e il numero del personale.

Inoltre, le condizioni economiche sfavorevoli e l’aumento della concorrenza nel settore dello streaming potrebbero aver avuto un ruolo. Sebbene gli ex e attuali amministratori delegati della Disney, rispettivamente Bob Chapek e Robert Iger, una volta vedessero il metaverso come un’opportunità di investimento utile, le mutevoli condizioni del mercato potrebbero aver reso difficile per la società giustificare il mantenimento della divisione.

Non è chiaro esattamente perché la Disney abbia preso questa decisione, ma i potenziali benefici dell’investimento nel metaverso sono stati probabilmente soppesati rispetto ai rischi e ai costi coinvolti.

Non molto tempo fa, la Disney ha risposto alla crescita esplosiva degli NFT collaborando con VeVe. La collaborazione aveva lo scopo di offrire Disney NFT sull’app di oggetti da collezione digitali mobili di VeVe.

Fallout per il Metaverso

La decisione della Disney di interrompere la sua divisione Metaverse potrebbe avere grandi conseguenze per lo sviluppo del metaverso nel suo complesso. In qualità di protagonista nel settore dei media e dell’intrattenimento, la Disney aveva le risorse e le competenze per dare un contributo significativo allo sviluppo del metaverso.

La decisione di ritirarsi suggerisce che le potenziali ricompense potrebbero non superare i rischi e i costi. Tuttavia, altre società continueranno probabilmente a esplorare le possibilità del metaverso e resta da vedere se la decisione della Disney avrà un impatto più ampio sul settore.

Ultime News
La band del Metaverse di Bored Apes KINGSHIP porta la musica su Roblox
La band del Metaverse di Bored Apes KINGSHIP porta la musica su Roblox
Come Mad Lads sta alzando il livello nel panorama del mercato NFT
Come Mad Lads sta alzando il livello nel panorama del mercato NFT
CAW debutta con la mostra NFT nel Metaverso con il lancio del Museum of CAW Art (MoCA)
CAW debutta con la mostra NFT nel Metaverso con il lancio del Museum of CAW Art (MoCA)
DeGods Ends Points System in y00ts e DeGods: una nuova strategia si sviluppa
DeGods Ends Points System in y00ts e DeGods: una nuova strategia si sviluppa
L’UE punta a un ruolo attivo nella creazione del mondo virtuale
L’UE punta a un ruolo attivo nella creazione del mondo virtuale