La Corte d’Appello degli Stati Uniti esamina la disputa sui marchi Bored Ape Yacht Club NFT

La Corte d'Appello degli Stati Uniti esamina la disputa sui marchi Bored Ape Yacht Club NFT


La Corte d’Appello degli Stati Uniti sta attualmente esaminando una causa sui marchi contro l’artista Ryder Ripps. Il nocciolo della disputa risiede nelle riproduzioni di Ripps degli NFT del Bored Ape Yacht Club, che sono originariamente la creazione di Yuga Labs.

Dichiarazioni di contraffazione da parte della difesa di Ripps e di Yuga Labs

Nel tentativo di contrastare le accuse, il consulente legale di Ripps ha ipotizzato che la causa intentata contro l’artista avrebbe dovuto essere respinta. La loro difesa si basa sullo statuto anti-SLAPP della California, che cerca di proteggere le azioni che sostengono la libertà di parola da azioni legali ingiustificate. La questione principale qui è se le azioni di Ripps rientrano nell’ambito della libertà di parola o se oltrepassano il confine nel territorio della violazione.

Yuga Labs, l’entità dietro i rinomati NFT Bored Ape Yacht Club, sostiene che Ripps ha deliberatamente contraffatto i suoi NFT Bored Ape, presentandoli come satira. I laboratori affermano inoltre che Ripps ha accumulato profitti significativi da queste contraffazioni, sfruttando la popolarità e il valore dei token Bored Ape originali.

Ripps, a sua difesa, classifica le sue riproduzioni NFT come arte di appropriazione. Sottolinea che l’intento dietro la creazione di queste versioni era quello di far luce e criticare ciò che considerava sfumature razzialmente insensibili e antisemite nei token di Yuga Labs e nel marchio associato. Presentando il suo lavoro come una forma di commento sociale, Ripps mira a delineare le sue creazioni da semplici repliche e posizionarle come arte con un messaggio distinto e critico.

La sentenza del giudice distrettuale americano

All’inizio di aprile, il giudice distrettuale americano John Walter si è schierato con Yuga Labs in questa battaglia legale in corso. La valutazione della situazione da parte del giudice Walter ha tracciato un parallelo tra gli NFT di Ripps e i prodotti di lusso contraffatti, come le borse. A suo avviso, gli NFT in questione non possedevano un valore artistico sufficiente per distinguerli dagli originali, minando così la pretesa di appropriazione artistica di Ripps.

Man mano che il caso avanza nella Corte d’Appello degli Stati Uniti, promette di creare un precedente per future controversie nello spazio NFT in rapida evoluzione. Il risultato non solo modellerà il panorama legale ma influenzerà anche artisti, creatori e parti interessate sulle sfumature dell’espressione artistica, della proprietà intellettuale e sui confini tra omaggio, critica e violazione.

  • Innovatore del gaming con la passione di esplorare il potenziale della blockchain nella promozione di piattaforme guidate dalla comunità.

    Visualizza tutti i post

Ultime News
Padroneggiare l'integrazione di Salesforce CRM: 11 strategie essenziali per il successo!
Padroneggiare l'integrazione di Salesforce CRM: 11 strategie essenziali per il successo!
Come utilizzare gli NFT nell'istruzione per monitorare e premiare i risultati accademici
Come utilizzare gli NFT nell'istruzione per monitorare e premiare i risultati accademici
Il Metaverse Browser di Somnia: una porta verso la società virtuale
Il Metaverse Browser di Somnia: una porta verso la società virtuale
NFT nella verifica delle credenziali accademiche: migliorare la sicurezza e l'accessibilità
NFT nella verifica delle credenziali accademiche: migliorare la sicurezza e l'accessibilità
Stage virtuali nel Metaverso: sono il futuro per gli studenti universitari?
Stage virtuali nel Metaverso: sono il futuro per gli studenti universitari?