I titolari di NounsDAO NFT esercitano l’opzione “Rage Quit”.

I titolari di NounsDAO NFT esercitano l'opzione "Rage Quit".


NounsDAO sta affrontando una crisi interna poiché una parte considerevole dei suoi detentori di NFT opta per una “rinuncia furiosa”. Questa mossa consente a questi detentori di uscire dal progetto e rivendicare una quota del tesoro, aggirando il mercato aperto dove gli NFT stanno attualmente registrando un declino. La situazione ha sollevato dubbi sulla stabilità e sul futuro di NounsDAO, nonché sulle implicazioni più ampie per i progetti NFT con strutture di governance simili.

I meccanismi della regola del “Rage Quit”.

L’opzione “rage quit” fa parte del meccanismo di governance di NounsDAO, recentemente adottato per fornire una strategia di uscita per i membri disincantati. Secondo questa regola, se i titolari di almeno il 20% di tutti i Nouns NFT richiedono un “fork”, possono separarsi dal gruppo principale. Questi membri uscenti hanno quindi il diritto di richiedere la loro quota proporzionale del tesoro del progetto, che attualmente detiene 30.620 token ether, equivalenti a circa 50 milioni di dollari.

Allo stato attuale, i detentori che possiedono il 25% di tutti gli NFT di Nouns stanno scegliendo questa strada, il che si tradurrebbe in un tesoro biforcato del valore di circa 7.598 ETH o circa 12,4 milioni di dollari. Questa mossa è vista come un modo per garantire rendimenti finanziari migliori, soprattutto quando il mercato aperto per gli NFT non è favorevole.

Implicazioni per NounsDAO e l’ecosistema NFT

La situazione in corso presso NounsDAO funge da ammonimento per altri progetti NFT, in particolare quelli con modelli di governance decentralizzati. L’opzione “rage quit”, pur fornendo un’uscita per i membri insoddisfatti, comporta anche il rischio di destabilizzare la situazione finanziaria del progetto. Una divisione del tesoro di questa portata potrebbe avere un impatto sulla capacità di NounsDAO di finanziare iniziative future, influenzando così la sua sostenibilità a lungo termine.

Inoltre, l’evento solleva questioni più ampie sulla sostenibilità dei modelli di governance decentralizzata nello spazio NFT. Se da un lato questi modelli mirano a conferire potere ai singoli titolari, dall’altro espongono i progetti al rischio di crisi finanziarie interne, soprattutto quando le condizioni di mercato sono sfavorevoli.

Un momento critico per NounsDAO

NounsDAO è a un punto cruciale, con il suo tesoro e, per estensione, il suo futuro in bilico. Il fenomeno del “rage quit” ha messo in luce le vulnerabilità nella struttura di governance del progetto e ha implicazioni più ampie per l’ecosistema NFT. Poiché la situazione continua ad evolversi, sarà fondamentale monitorare il modo in cui NounsDAO e progetti simili adattano la propria governance e le strategie finanziarie per mitigare efficacemente tali rischi.

L’evento funge da caso di studio per altri progetti NFT, sottolineando la necessità di meccanismi di governance robusti in grado di resistere alla volatilità del mercato bilanciando al tempo stesso gli interessi dei singoli detentori. Mentre il panorama NFT continua a maturare, le lezioni apprese dalla situazione NounsDAO potrebbero rivelarsi preziose per dare forma a progetti più resilienti e sostenibili.

Ultime News
Upland lancia la serie di airdrop "Condividi e costruisci" all'NFTNYC
Upland lancia la serie di airdrop "Condividi e costruisci" all'NFTNYC
La sinergia tra moda e tecnologia: l'ingresso di ALTAVA nell'universo TOZ
La sinergia tra moda e tecnologia: l'ingresso di ALTAVA nell'universo TOZ
Come trovare NFT sottovalutati con potenziale di crescita
Come trovare NFT sottovalutati con potenziale di crescita
Giochi Blockchain Play-to-Earn: la tua guida per guadagnare giocando
Giochi Blockchain Play-to-Earn: la tua guida per guadagnare giocando
Comprensione dell'ERC-998: NFT componibili sulla blockchain di Ethereum
Comprensione dell'ERC-998: NFT componibili sulla blockchain di Ethereum