Doodles non è un progetto NFT, afferma il co-fondatore

Doodles non è un progetto NFT, afferma il co-fondatore


I commenti del co-fondatore di Doodles, Jordan Castro, stanno scatenando polemiche tra i collezionisti.

I recenti commenti del co-fondatore di Doodles Jordan Castro stanno sollevando alcune sopracciglia. Doodles è uno dei progetti NFT di maggior successo di tutti i tempi. Secondo Coin Market Cap, il progetto è classificato al 9° posto nelle collezioni NFT più scambiate negli ultimi 30 giorni.

Tuttavia, Castro ora sta prendendo le distanze dal progetto dagli NFT.

Castro ha dichiarato: “Stiamo cercando di passare da una startup a un importante franchising di media. Non siamo più un “progetto NFT”. Più tempo/denaro/risorse investiamo nel seguire le ultime tendenze di “costruzione pubblica” che alimentano la speculazione, meno ne abbiamo per realizzare la nostra visione a lungo termine”.

Ha continuato: “Non spenderemo risorse per placare coloro che hanno motivazioni finanziarie. Non l’abbiamo mai fatto e mai lo faremo. Se vogliamo concentrare l’energia su qualcuno [group] di persone, saranno in assoluto i nostri collezionisti più affezionati”.

Scarabocchi NFT su OpenSea

Castro provocatorio

Castro ha proseguito con altri commenti sul suo canale Twitter ufficiale. Inoltre, ha ribadito ancora una volta che Doodles non è un progetto NFT.

Ha detto: “Questo è vero. ma è anche vero che ho dedicato la mia carriera alla blockchain. Non abbandonerò mai la ricerca di mantenere le promesse di questa tecnologia al mondo. Doodles è iniziato come un progetto NFT, ma stiamo diventando un’azienda con l’obiettivo di diventare un franchising multimediale leader. E ti vogliamo lungo ogni fase del percorso.

hey web3, ecco i miei commenti sul feedback

“i doodle non sono un progetto NFT”

questo è vero. ma è anche vero che ho dedicato la mia carriera alla blockchain. non abbandonerò mai la ricerca di mantenere le promesse di questa tecnologia al mondo. doodles è iniziato come un NFT… https://t.co/Eq9fZN3sx4

— poopie 🗺 (@poopie) 16 marzo 2023

Sembra che il co-fondatore di Doodles stia cercando di allontanare la nave di Doodles dagli NFT. In effetti, Castro insiste sul fatto che il progetto deve evolversi oltre i “circoli speculativi viziosi”.

Tuttavia, la risposta ai commenti originali di Castro e al Tweet di follow-up è stata mista. Per alcuni collezionisti, l’allontanamento dagli NFT è positivo. D’altronde anche le parole di Castro stanno attirando critiche. Un collezionista ha scritto: “Tutti hanno motivazioni finanziarie. Nessuno starebbe su Twitter a parlare di queste cose se non avesse motivazioni finanziarie. Saremmo tutti fuori nel mondo reale. È falso parlare così».

Comunità frustrata

La reazione ai commenti di Castro riflette una comunità che ribolle di incertezza. Attualmente, il prezzo minimo della collezione Doodles NFT sta precipitando verso il basso. Negli ultimi 30 giorni, il prezzo minimo è sceso da quasi 6 ETH a 3,5 ETH nel momento in cui scriviamo.

Il calo di valore potrebbe causare la tensione di fondo nella comunità. Inoltre, uno dei progetti NFT di maggior successo di tutti i tempi si sta allontanando dagli NFT. Di conseguenza, la comunità sta elaborando quel perno con emozioni contrastanti.

Al contrario, un altro collezionista NFT positivo ha dichiarato: “Sono d’accordo con lui. Qual è la sorpresa? Andiamo avanti costruendo il marchio di doodle. Tanto lavoro davanti a noi. Il resto è solo rumore. Mi concentrerei su quello”.

Ultime News
La band del Metaverse di Bored Apes KINGSHIP porta la musica su Roblox
La band del Metaverse di Bored Apes KINGSHIP porta la musica su Roblox
Come Mad Lads sta alzando il livello nel panorama del mercato NFT
Come Mad Lads sta alzando il livello nel panorama del mercato NFT
CAW debutta con la mostra NFT nel Metaverso con il lancio del Museum of CAW Art (MoCA)
CAW debutta con la mostra NFT nel Metaverso con il lancio del Museum of CAW Art (MoCA)
DeGods Ends Points System in y00ts e DeGods: una nuova strategia si sviluppa
DeGods Ends Points System in y00ts e DeGods: una nuova strategia si sviluppa
L’UE punta a un ruolo attivo nella creazione del mondo virtuale
L’UE punta a un ruolo attivo nella creazione del mondo virtuale