Come il Metaverso può migliorare la vita delle persone disabili

Come il Metaverso può migliorare la vita delle persone disabili


La Brunel University ha unito le forze con Cambridge e Meta per esplorare come il Metaverso può aiutare le persone con disabilità nella loro vita quotidiana.

Quando Internet è stato inventato alla fine degli anni ’80, è stato visto come un punto di svolta per il modo in cui comunichiamo e condividiamo le informazioni. Oggi, il Metaverso viene salutato come la prossima grande novità che cambierà ancora di più le nostre vite.

Il Metaverso, un mix di realtà virtuale (VR), realtà aumentata (AR) e ambienti 3D generati al computer, ha il potenziale per dare a tutti noi superpoteri e rendere il mondo un luogo più inclusivo, specialmente per le persone disabili.

Ora, la Brunel University ha collaborato con Cambridge e Meta per esplorare come il Metaverso può aiutare le persone con disabilità.

Realtà virtuale sociale

Finanziato dall’Engineering and Physical Sciences Research Council, il progetto da un milione di dollari indagherà su come rendere il Metaverso accessibile alle persone le cui vite sono influenzate dall’età, dalla malattia o dalla disabilità.

Il progetto si chiama “Social Virtual Reality” e ha lo scopo di ricercare come il mondo virtuale possa essere più inclusivo e accessibile alle persone disabili e aiutarle a superare i problemi che devono affrontare nel mondo fisico.

I ricercatori vogliono esplorare come il Metaverso possa essere utilizzato come strumento per livellare il campo di gioco e offrire alle persone disabili le stesse opportunità di tutti gli altri.

Cos’è la mobilità virtuale

I ricercatori hanno usato il concetto di “mobilità virtuale” per descrivere come le nuove tecnologie possono fornire un’alternativa facilmente accessibile alle normali attività che richiedono molta mobilità.

Durante la pandemia, ad esempio, molte persone hanno utilizzato piattaforme di videoconferenza per lavorare da casa o seguire lezioni online invece di recarsi in ufficio o a scuola.

Il Metaverso è un perfetto esempio di come la mobilità virtuale possa migliorare la vita delle persone disabili.

Utilizzando il Metaverso, le persone disabili possono avere le stesse esperienze di tutti gli altri senza doversi preoccupare delle barriere che derivano dalle disabilità fisiche.

Secondo i ricercatori della Brunel University, il Metaverso ha il potenziale per trasformare la vita delle persone disabili:

Vita sociale

Anche i social media tradizionali offrono molti vantaggi alle persone disabili e il Metaverso non farà che amplificare questi effetti. Può potenzialmente aiutare le persone disabili a fare amicizia, trovare partner romantici e socializzare senza doversi preoccupare dei propri limiti fisici.

Formazione scolastica

L’apprendimento a distanza è diventato più popolare negli ultimi anni, ma il Metaverso può portarlo al livello successivo. Tecnologie immersive come la realtà virtuale possono offrire alle persone disabili l’accesso all’istruzione superiore, erogata in modo coinvolgente senza presenza fisica.

Lavoro

Noi, come esseri umani, possiamo adattarci a nuovi modi di lavorare in pochi giorni. Ce lo ha dimostrato la pandemia. Quasi l’85% delle persone di tutte le generazioni si vede svolgere una parte notevole del proprio lavoro nel Metaverso.

Questa è una buona notizia per le persone disabili, in quanto possono avere le stesse opportunità di lavorare e guadagnare, indipendentemente dalle loro capacità fisiche.

Pari opportunità per tutti

Il Metaverso, proprio come Internet prima di esso, ha il potenziale per livellare il campo di gioco e dare a tutti, indipendentemente dalle loro capacità, pari opportunità di partecipare alla società.

Può democratizzare le opportunità e fornire ai disabili le stesse opportunità sociali, economiche ed educative di tutti gli altri.

Questo è solo l’inizio di come il Metaverso può aiutare le persone disabili. Man mano che la tecnologia si sviluppa, vedremo solo sempre più modi in cui può migliorare le loro vite.

Ultime News
Veyond Metaverse lancia la chirurgia digitale XR 5D con Apple Vision Pro
Veyond Metaverse lancia la chirurgia digitale XR 5D con Apple Vision Pro
L'ultima iniziativa di Meta: portare VR e AR in classe
L'ultima iniziativa di Meta: portare VR e AR in classe
Upland lancia la serie di airdrop "Condividi e costruisci" all'NFTNYC
Upland lancia la serie di airdrop "Condividi e costruisci" all'NFTNYC
La sinergia tra moda e tecnologia: l'ingresso di ALTAVA nell'universo TOZ
La sinergia tra moda e tecnologia: l'ingresso di ALTAVA nell'universo TOZ
Come trovare NFT sottovalutati con potenziale di crescita
Come trovare NFT sottovalutati con potenziale di crescita