Bored Ape Yacht Club svela la collezione BAPE all’ApeFest

Bored Ape Yacht Club to Unveil BAPE Collection at ApeFest


Yuga Labs, l’entità dietro importanti iniziative Web3 come Bored Ape Yacht Club, CryptoPunks, Meebits e 10KTF, ha stretto una partnership con A BATHING APE (BAPE), un pioniere nella scena dello streetwear. Fondata a Harajuku, in Giappone, nel 1993, BAPE è una pietra miliare della moda di strada giapponese da oltre 30 anni.

Il marchio ha avuto un ruolo influente nell’introdurre la cultura della moda giapponese sulla scena globale, offrendo motivi iconici come “APE HEAD”, “BAPE CAMO” e “BABY MILO”. Questo segna la prima collaborazione in assoluto tra i due marchi, che ha dato vita a una collezione unica di abbigliamento e accessori che approfondiscono i ricchi archivi di design di BAPE.

Un focus sulle quantità limitate e sul coinvolgimento della comunità

La collezione debutterà a livello globale il 4 novembre a Hong Kong durante l’ApeFest, il raduno annuale del Bored Ape Yacht Club. Ritornando alle radici dello streetwear, la partnership enfatizza l’esclusività e la comunità. Riflettendo i giorni in cui BAPE vendeva magliette esclusivamente a una cerchia di amici, la collezione sarà inizialmente disponibile per i membri del Bored Ape Yacht Club.

I fan possono proteggere questi oggetti di persona all’ApeFest o online attraverso un sistema di accesso basato su token. Successivamente, i membri di BAPETAVERSE otterranno un accesso online esclusivo. Infine, a dicembre, la collezione sarà aperta al grande pubblico tramite BAPE STORE e BAPE.COM.

Thomas Hui, Chief Operating Officer di BAPE, ha indicato che la collaborazione rappresenta un’intersezione significativa tra la moda e la tecnologia Web3. Il vicepresidente di abbigliamento e stile di vita di Yuga Labs, Michael Ghory, ha ulteriormente sottolineato la partnership. Ha affermato: “La nostra partnership è stata costruita sul rispetto genuino e reciproco e sulla dedizione alle nostre comunità, che sono stanche dell’ovvietà delle recenti collaborazioni nel settore delle sneaker e dell’abbigliamento”.

Fonte BAPE Merch

Accesso pubblico e disponibilità più ampia

A partire dal 5 novembre, la collezione sarà disponibile anche per un pubblico più ampio durante lo Yacht Club Open House. Questo evento significativo segna la prima volta che Bored Ape Yacht Club offrirà un’esperienza pubblica interattiva rivolta a creatori, collezionisti e coloro che sono incuriositi dallo spazio crittografico. Coloro che hanno i biglietti per l’Open House dello Yacht Club possono acquistare articoli della collezione in edizione limitata, in base alla fornitura.

“Potrebbe non sorprendere che siamo fan”, ha affermato Greg Solano, co-fondatore di Yuga Labs, “e sappiamo che lo sono anche molti membri del Bored Ape Yacht Club. La collaborazione di BAYC con BAPE su una collezione fisica limitata sembra la cosa più naturale del mondo.

La partnership tra Bored Ape Yacht Club di Yuga Labs e l’iconico marchio di streetwear giapponese BAPE segna un altro momento emozionante sia nel mondo della moda che in quello di Web3. Unendo l’influenza di lunga data di BAPE nello streetwear con il ruolo di Yuga Labs nel Web3 e nella comunità crittografica, questa collaborazione rappresenta una nuova frontiera nel modo in cui le culture tradizionale e digitale possono intersecarsi e innovarsi.

Ultime News
Padroneggiare l'integrazione di Salesforce CRM: 11 strategie essenziali per il successo!
Padroneggiare l'integrazione di Salesforce CRM: 11 strategie essenziali per il successo!
Come utilizzare gli NFT nell'istruzione per monitorare e premiare i risultati accademici
Come utilizzare gli NFT nell'istruzione per monitorare e premiare i risultati accademici
Il Metaverse Browser di Somnia: una porta verso la società virtuale
Il Metaverse Browser di Somnia: una porta verso la società virtuale
NFT nella verifica delle credenziali accademiche: migliorare la sicurezza e l'accessibilità
NFT nella verifica delle credenziali accademiche: migliorare la sicurezza e l'accessibilità
Stage virtuali nel Metaverso: sono il futuro per gli studenti universitari?
Stage virtuali nel Metaverso: sono il futuro per gli studenti universitari?